CategoriesBlog

Infiammatorie: antinfiammatorio naturale

Infiammatorie: antinfiammatorio naturale

L’incenso ha una lunga tradizione come medicinale. Ha svolto un ruolo importante nella medicina ayurvedica in India per più di 3000 anni. L’incenso era ed è usato lì contro le malattie infiammatorie delle articolazioni, dell’intestino e della pelle, nonché contro i disturbi nervosi e come antinfiammatorio naturale. Gli egiziani si avvalgono da tre millenni anche delle proprietà salutari della resina che fuoriesce dalla corteccia dell’albero dell’incenso. Nell’antico Egitto, il profumo dell’incenso veniva utilizzato per ripristinare l’equilibrio spirituale delle persone e per aumentare l’attrazione sessuale delle donne. Inoltre, l’incenso lì è in tutta la regione araba contro le malattie reumatiche infiammatorie, nonché per il trattamento di ferite ed eruzioni cutanee.

Come arriva in Europa l’incenso per le malattie infiammatorie?

Anche in Europa l’incenso è tradizionalmente utilizzato come medicina naturale, ad esempio per la cura di malattie delle vie respiratorie e pelle, come antinfiammatorio naturale. Usato anche per disturbi dell’apparato digerente e malattie infiammatorie delle articolazioni. Ippocrate, famoso medico greco dell’antichità e “padre della medicina” (ad esempio 460-377 a.C. Chr.), ha lodato incenso come rimedio per una varietà di malattie. Un millennio e mezzo dopo, fu l’abate e naturopata Hildegard von Bingen (1098-1179) a consigliarlo contro i problemi di udito, e anche Sebastian Kneipp (1821-1897). Dopo di che qui nel paese è diventato sempre più tranquillo riguardo agli usi medici dell’incenso. Da allora, tuttavia, c’è stato un numero crescente di successi terapeutici eccezionali con l’incenso, viene segnalato e gli scienziati hanno individuato i principi attivi responsabili. Con gli acidi boswellici, inizia una nuova rinascita dei prodotti naturali come antinfiammatorio naturale insieme a verde puro aumenta la potenza del 100%.

Come si estrae la resina in quanto antinfiammatorio naturale?

L’albero dell’incenso nome generico Boswellia  appartiene alle Burseraceae, il cespuglio di balsamo, è originario dell’India, dell’Africa e della regione araba. Delle circa 20 specie provenienti dall’India, la Boswellia serrata è probabilmente la specie più conosciuta e più studiata per le sue proprietà salutari. Segue da Boswellia carteri (chiamata anche sacra) e Boswellia frereana, che si trovano principalmente in Somalia e il mondo arabo. Affinché il raccolto valga la pena, la corteccia dell’albero dell’incenso viene graffiata in molti punti in modo che la resina gommosa possa emergere. In questo modo, la Boswellia serrata fornisce un chilogrammo di resina all’anno. La terminologia della resina di incenso è confusa, a volte si chiama olibano, a volte gomma olibano. Nella maggior parte dei casi si tratta della resina di Boswellia carteri e frereana. La resina della specie indiana Boswellia serrata è spesso nascosta dietro i nomi Indian Olibanum, Salai Guggall e Salaigugal (Salai Gugal).

infiammatorie antinfiammatorio naturale Ingredienti come funzionano?

La resina dell’albero dell’incenso contiene almeno 200 ingredienti, tra cui più del 50% di resina pura, dal 5 al 9% di olio essenziale. Inoltre contiene dal 12 al 23% di muco e alcune sostanze amare antagoniste delle malattie infiammatorie. Gli acidi cheto boswellici, preziosi per la salute, sono particolarmente ben rappresentati nella frazione di resina. Le sue proprietà antinfiammatorie fanno sperare l’incenso per milioni di persone con malattie infiammatorie croniche delle vie respiratorie, dell’intestino e delle articolazioni. I leucotrieni attraggono speciali cellule di difesa (granulo e Monociti) a focolai d’infiammazione, che danneggiano le cellule e le loro strutture lì. Ciò porta nuovamente all’infiammazione, che a sua volta provvede al rifornimento delle cellule immunitarie. Un circolo vizioso interrotto dagli acidi boswellia.

Gli acidi boswellici sono antinfiammatori?

Non tutti i principi attivi dell’incenso sono ancora noti, ma la gran parte si conoscono. Tuttavia, gli scienziati hanno scoperto il meccanismo biochimico alla base delle proprietà antinfiammatorie degli acidi boswellici. Il contesto: l’enzima 5-lipossigenasi mantiene l’infiammazione nel corpo umano supportando la formazione di leucotrieni.  Queste sostanze assicurano il mantenimento delle reazioni infiammatorie e quindi la cronicizzazione. Le persone con infiammazione cronica (reumatismi, malattie infiammatorie intestinali, asma bronchiale, psoriasi) hanno quindi livelli di leucotrieni molto alti. La capacità speciale di alcuni acidi boswellici risiede nellinibire l’attività della 5-lipossigenasi e quindi bloccare i Leucotrieni. In questo modo, viene interrotto il decorso cronico dei processi infiammatori, quali gonfiori, rotulei e ritenzione idrica nel tessuto. Il dolore associato all’infiammazione è alleviato anche il sistema immunitario dell’organismo, richiamato all’azione da un elevato numero di leucotrieni, si calma. L’incenso ha un effetto sulle malattie infiammatorie, che si sospetta siano causate da un sistema immunitario.

L’incenso è per la maggior salute?

Le scoperte scientifiche degli ultimi decenni confermano quello che da millenni fa parte del bagaglio di esperienza di guarigione delle persone. La resina dell’albero dell’incenso rallenta le malattie infiammatorie e allergiche croniche da sola o in aggiunta ad altre misure di cura e quindi garantisce una migliore salute e benessere. La colite ulcerosa è una malattia cronica che colpisce l’ulcera e le infiammazioni nella mucosa intestinale sono caratteristiche. Questi conducono otturazioni viscose sanguinanti, crampi intestinali, febbre e perdita di peso. Si ritiene che la colite ulcerosa e il morbo di Crohn siano scatenati da disturbi del sistema immunitario.

Un aiuto naturale contro i reumatismi?

Nella medicina Ayurvedica in India, l’incenso è stato utilizzato con successo contro le malattie reumatiche infiammatorie per migliaia di anni. Scienziati tedeschi hanno iniziato a ricercare le cause a metà degli anni ’90 e sono stati in grado di dimostrare l’efficacia della resina. Prof. Dr. Hermann P.T. Ammon, un farmacologo che ha svolto ricerche sulla terapia dell’incenso in Germania, ha detto dalle prime indagini cliniche. Ha documentato che l’assunzione dell’estratto d’incenso contribuisce alla diminuire il dolore, al gonfiore e alla rigidità articolare. Circa il 65% delle persone con disturbi reumatici ha beneficio. Secondo i rapporti sull’esperienza, i primi miglioramenti compaiono spesso dopo un periodo di applicazione di due settimane. L’incenso è particolarmente indicato per la prevenzione e l’utilizzo nelle prime fasi di patologie articolari quali artrite reumatoide e infiammatorie e reumatismi dei tessuti molli.

Contro le parti infiammatorie nel Tratto gastrointestinale.

Studi scientifici in India e Germania fornisce la prova che l’ingestione dall’incenso non ci sono lamentele (dolore addominale, Diarrea, febbre, ecc.) Nelle malattie infiammatorie intestinali come la colite ulcerosa e il morbo di Crohn migliora il benessere generale. In uno studio pubblicato nel 2001 presso la Mannheim Clinic dell’Università di Heidelberg gli estratti d’incenso possono essere usati per trattare il morbo Crohn. Così come un farmaco antinfiammatorio naturale viene usato contro la malattia nella medicina convenzionale. Molti resoconti delle esperienze delle persone sono impressionanti con malattia infiammatoria intestinale cronica. Dopo anni di maratona di trattamento con cortisone e altri Farmaci, ipnosi, agopuntura e riabilitazione intestinale hanno portato un notevole sollievo all’estratto d’incenso. Dopo poche settimane si noterà un significativo alleviamento dei sintomi fino alla liberazione dai sintomi. Usa la boswellia insieme a verde puro e otterrei dei benefici fantastici.

infiammatorie antinfiammatorio naturale

Come controllare la qualità di prodotti d’incenso?

Il prezzo non dovrebbe essere determinante per l’acquisto, ma la qualità dell’estratto utilizzato! Chi usa solo estratti organici per almeno il 70% Acidi, di cui almeno il 20 percento sono acidi P boswellici totali deve contenere. Come le sostanze principali o attive dell’estratto d’incenso gli acidi boswellici totali necessari sono responsabili l’inibizione dell’enzima 5 lipossigenasi. La sua concentrazione nell’estratto utilizzato è cruciale per il successo del trattamento. Quando usi l’incenso è importante che tu riconosca e osservi i limiti dell’auto trattamento. È responsabilità di ogni lettore decidere come utilizzare le informazioni contenute in questo post. Se sei gravemente malato o non sei sicuro di ciò che ti manca veramente e di cosa ti sta aiutando, chiedi consiglio a un medico alternativo o un medico di cui ti fidi.

Quale composizione della boswellia nelle parti infiammatorie?

L’incenso è ampiamente usato per prendersi cura della pelle, per rilassarsi e come balsamo per le articolazioni. Olio da bagno e sale, creme, spray e olio da massaggio sono adatti a questo scopo. I bastoncini da fumo e le lampade d’incenso con incenso mirano principalmente ad armonizzare la psiche. Le inalazioni con olio d’incenso hanno un effetto benefico sulle vie respiratorie quando si ha freddo. L’uso interno degli estratti d’incenso è un must per le proprietà salutari contro reumatismi e delle malattie infiammatorie croniche delle vie respiratorie. L’uso interno degli estratti d’incenso è un must per le proprietà salutari del tratto gastrointestinale possano svilupparsi appieno. Come fonte di cibo è l’estratto sotto forma di compresse. Per dolori articolari e gonfiore, lombalgia, distorsioni e mal di schiena, si consiglia di spalmare anche una crema d’incenso sulle zone della pelle colpite.

Qual’è dosaggio?

Per mantenere la salute, è consigliabile 400 milligrammi una volta al giorno.  Se l’estratto viene utilizzato per supportare infiammazioni e gonfiori articolari, problemi intestinali e respiratori, la dose può essere aumentata da 1200 a 2400 milligrammi al giorno.

Ci sono effetti collaterali?

Non sono noti effetti collaterali gravi derivanti dall’assunzione di estratti d’incenso. Disturbi gastrointestinali e reazioni allergiche possono verificarsi solo in casi isolati. In alcuni casi, questo può essere evitato facendo assumere l’estratto d’incenso direttamente dopo i pasti diventa.

 

Riferimenti.: Ammon, H. P.T.: Salai Guggal – Boswellia serrata – from a herbal medicine to a specific inhibitor for leukotriene biosynthesis; in: Phytomedicine3, 1996 E.-Fazekas, R.J.: Weihrauch – ein neues altes Phytotherapeutikum; in: Naturheilpraxis 1999 Etzel, R.: Special extract of Boswellia serrata in the treatment of rheumatoid arthritis; in: Phytomedicine 3, 1996 Freyberg, I.: Mit Weihrauch gegen Rheuma, Polyarthritis, Morbus Crohn, Asthma und andere Krankheiten; vgs Verlagsgesellschaft 1998 Gerhardt, H. et al.: Therapie des aktiven Morbus Crohn mit dem Boswellia-serrata-Extrakt H15; in: Z. Gastroenterol 39 (1), 2001 Gupta, I. et al.: Effects of Boswellia serrata gum resin in patients with ulcerative colitis; in: European Journal of Medicai Resea rch 2 ( 1l. 1997 Heldt, R. M.; Winking, M.; Simmet, T.: Cysteinylleukotrienes as potential mediators of the peritumoral brain oedema in astrocytoma patients; in: Naunyn-Schmiedebergs Arch. Pharmakol. 353, 1996 Jauch, J.: Wirkstoffe aus der Natur – Weihrauch-Harz gegen Entzundungen; in: Mitteilungen der TU Mùnchen, Ausgabe3, 2000/2001 Sauer, R.: Weihrauch – Hilfe bei Rheuma und entzundlichen Darmerkrankungen; Falken 1999 Schrott, E.: Weihrauch; Mosaik 1998 ©
DISCLAIMER Le informazioni in questo sito rappresentano informazioni generali e non rimpiazzano in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione adeguata e bilanciata è ascoltate i consigli del proprio medico curante. Gli articoli qui riportati sono frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, si invita il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo. Gli integratori alimentari non devono sostituire una dieta varia ed equilibrata e uno stile di vita sano. Il presente Sito è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d’autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.

Grazie per la lettura

RimediBioNaturali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *